Devastazione dei bombardamenti su Foggia durante la Seconda Guerra Mondiale. Fonte: salvatorevalerio.blogspot.com

Devastazione dei bombardamenti su Foggia durante la Seconda Guerra Mondiale. Fonte: salvatorevalerio.blogspot.com

Foggia, 27 maggior 2024 – Il 28 maggio 1943 segna l’inizio dei bombardamenti su Foggia da parte degli alleati durante la Seconda Guerra Mondiale.

Foggia martoriata: le cicatrici dei bombardamenti del ’43

Questi attacchi hanno lasciato un’impronta indelebile sulla città, causando perdite umane e danni estesi agli edifici, con conseguenze che hanno segnato la memoria collettiva per decenni.

Foggia: 28 maggio 1943. Iniziano i bombardamenti.

 

Si riporta il testo a cura del giornalista Salvatore Valerio:

“La storia della città.

Il 28 maggio del 1943 iniziano i bombardamenti sul capoluogo dauno.

Una serie di incursioni di aerei anglo americani.

Causarono sino all’ultimo (settembre 1943) decine di migliaia di lutti (civili) e distruzione su circa il 70% degli edifici.

I primi, quindi,  di una lunga serie che lasciarono un segno indelebile su tanti edifici distrutti e un senso di drammatico sgomento nella popolazione.

Continuarono sino alla metà di settembre dello stesso anno, quando già era stato firmato l’armistizio.

È per questo , forse, che quei nefasti giorni sono stati avvolti per decenni in una sorta di oblio.

Mai come in questo momento è indispensabile ricordare .

In questo particolare contesto storico in cui spirano  insidiosi venti di guerra”.

(https://salvatorevalerio.blogspot.com/)

 

 

Bombardamenti a Foggia, ph. Facebook

Ricordando i bombardamenti: la tragedia di Foggia durante la guerra

Il ricordo dei tragici eventi del 1943 a Foggia è essenziale per non dimenticare le sofferenze e i sacrifici della popolazione durante la guerra. In un momento storico in cui si avvertono tensioni e minacce di conflitto, è fondamentale riflettere sul passato per promuovere la pace e la comprensione tra le nazioni.

 

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *