Evento culturale nella Casa Circondariale di Lucera: gli studenti ristretti dialogano con l'autore Luigi Talienti, maggio 2024.

Evento culturale nella Casa Circondariale di Lucera: gli studenti ristretti dialogano con l'autore Luigi Talienti, maggio 2024.

Lucera (Fg), 1 giugno 2024 – Il CPIA1 Foggia “David Sassoli” continua il suo impegno nella promozione della cultura e dell’istruzione all’interno della Casa Circondariale di Lucera.

 

Maggio culturale nella Casa Circondariale di Lucera con il CPIA1 Foggia “David Sassoli”

Due eventi significativi hanno caratterizzato il mese di maggio 2024, offrendo momenti di riflessione e crescita per gli studenti ristretti.

 

Presentazione del libro “Al di là delle sbarre” di Luigi Talienti

Lo scorso 21 maggio si è tenuto un interessante evento culturale nell’ambito del “Maggio dei libri”: la presentazione del libro “Al di là delle sbarre” di Luigi Talienti, dirigente scolastico e volontario penitenziario.

 

 

Il volume rappresenta un affascinante mosaico di storie e riflessioni che gettano luce sulla realtà carceraria. Offrendo una prospettiva unica, invita alla profonda riflessione sul tema della pena e del reinserimento sociale.

 

Gli studenti ristretti, che hanno partecipato attivamente a un percorso di lettura condotto dalla docente di Lettere Roberta Scarpiello, hanno avuto l’opportunità di dialogare e confrontarsi direttamente con l’autore su numerosi aspetti affrontati nel libro.

“L’evento – ha evidenziato Sergio Picucci – non solo ha valorizzato la cultura e la letteratura, ma ha fornito agli studenti un’occasione di sviluppo personale e di riflessione.

L’incontro ha messo in luce l’impatto positivo della conoscenza e l’importanza dello scambio di esperienze”.

 

Performance artistiche e musicali degli studenti ristretti

La settimana successiva, il 28 maggio, si è tenuto l’evento di chiusura dell’anno scolastico 2023/2024 del CPIA1. L’iniziativa, intitolata “… Come rondini al guinzaglio”, è stata un’esperienza ricca di emozioni e di riflessioni sul valore della cultura, dell’istruzione e della gentilezza.

 

Gli studenti ristretti sono stati i protagonisti di performance musicali, teatrali e di poesia.

Non solo, hanno anche avuto modo di sottolineare come sia possibile incontrare e (ri)scoprire la gentilezza in un ambito complesso come quello carcerario.

Le manifestazioni, fortemente volute dalla direttrice del carcere Immacolata Mannarella e dalla dirigente scolastica Antonia Cavallone, sono state organizzate con dedizione e passione dal docente di musica e referente educativo Sergio Picucci, con la collaborazione dei colleghi Roberta Scarpiello, Francesca Marra, Francesca Russo, Giovanni Angione e Filippa Finaldi.

 

Il sostegno dell’area educativa, coordinata da Simona Salatto e degli operatori di polizia penitenziaria, guidati dal comandante Daniela Raffaella Occhionero, è stato fondamentale, così come il supporto dell’Ispettore superiore Pietro Bernardi e dell’assistente capo coordinatore Massimo Maiori.

L’iniziativa del 28 maggio è stata arricchita dalle esibizioni musicali degli studenti, accompagnati dai musicisti professionisti Luciano Parisano alle chitarre, Renzo Picucci al basso e Alfredo Ricciardi alle percussioni.

Il programma ha spaziato tra i grandi successi di artisti come Ultimo, Modà, Luca Barbarossa, Vasco Rossi e Biagio Antonacci, offrendo un’ampia varietà di generi e stili musicali.

Chiusura dell’anno scolastico con l’evento “… Come rondini al guinzaglio”

“…‘Come rondini al guinzaglio’ – ha sottolineato il docente Sergio Picucci – ha segnato l’apice di un anno scolastico di impegno e crescita per gli studenti del CPIA1 Foggia.

Come hanno avuto modo di evidenziare la direttrice e la dirigente scolastica, quest’anno nell’istituto penitenziario di Lucera sono stati organizzati ben tre eventi culturali, segno di una bella sinergia e della motivazione crescente degli alunni ristretti”.

Agli eventi è stato invitato a partecipare anche il CSV Foggia, da tempo impegnato nella promozione del volontariato penitenziario.

 

(Nota stampa)

 

 

Foto:

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *