Nunzio Angiola

Nunzio Angiola

Foggia, 8 giugno 2024 – Quando si parla di parco della rimembranza va di moda la dimenticanza.

Tra l’ordigno bellico e le elezioni, la seconda réunion di Filippo Mendolicchio e Michele Basta è stata rinviata per due volte.

Sul punto è intervenuto il consigliere consiliare di Foggia, l’ex parlamentare Nunzio Angiola.

 

La difficoltà di programmare eventi in città

 

“Apprendo con grande sconforto che a Foggia una seria programmazione di un evento importante non si può fare!

Ci hanno provato Filippo Mendolicchio e Michele Basta, due amici che hanno restituito a migliaia di foggiani la nostalgia dei mitici giardinetti.

Come loro affermano, non ci resta che piangere qui a Piazza Italia, nel loro video denuncia”. Lo ha dichiarato Nunzio Angiola.

L’inattesa richiesta di rinvio

Angiola ha proseguito dicendo: “Prima il deposito dell’istanza a fine aprile per lo svolgimento della seconda réunion del Popolo dei Giardinetti da tenersi il primo giugno.

Poi la richiesta di rinvio da parte del Comune all’8 giugno, per motivi di sicurezza legati allo sgombero dell’area per via del famoso ordigno bellico inesploso.

Diniego a 24 ore dall’evento

Giovedì 6, a Mendoliccio viene chiesto di provvedere al versamento dei diritti di segreteria.

Il 7 giugno, a ventiquattro ore dall’evento, gli viene trasmesso il diniego dell’autorizzazione da parte dell’ufficio preposto del comune, essendo il sito richiesto per lo svolgimento della manifestazione contiguo all’Istituto di Istruzione superiore C. Poerio, sede di seggio elettorale”.

L'On. Nunzio Angiola da una foto della sua pagina Facebook ufficiale
L’On. Nunzio Angiola da una foto della sua pagina Facebook ufficiale

 

Nunzio Angiola: “Tutto in fumo”

“Tutto in fumo. Quando si parla di parco della rimembranza va di moda la dimenticanza. Vivaddìo, abbiamo scoperto che anche a Foggia si vota per le europee.

Un progetto penato a fine aprile, si scioglie come neve al sole.

E come per incanto, tutto si dissolve, tra artisti e talenti emergenti che si stavano preparando, associazioni che sarebbero intervenute con la loro animazione, sponsor che si erano già impegnati, spese sostenute, agende bloccate.

Tutto in fumo. Se almeno arrivassero le scuse da parte dell’amministrazione, come magra consolazione per gli organizzatori, giusto per non perdere l’ormai flebile entusiamo che ogni tanto anima noi foggiani!”, ha infine chiosato Angiola.

 

(Nota stampa)

 

 

 

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *