Il Consigliere comunale Antonio de Sabato, sullo sfondo il Comune di Foggia.

Il Consigliere comunale Antonio de Sabato, sullo sfondo il Comune di Foggia.

Foggia, 4 luglio 2024 – Si riporta di seguito la nota diffusa dal Consigliere Comunale di Foggia, Antonio de Sabato, riguardante “la gestione degli aumenti di questa Amministrazione”:

 

“Come consigliere comunale, sento il dovere di esprimere la mia preoccupazione per la direzione che l’attuale amministrazione sta prendendo.

 

Negli ultimi sei mesi, abbiamo assistito a una serie di aumenti che stanno gravando pesantemente sui cittadini:

– Aumento della fascia oraria del parcheggio a pagamento in centro nei weekend.

– Aumento del numero dei componenti dei CdA delle partecipate.

– Aumento della Tari.

 

L’ultimo bollettino è chiaro: gli aumenti impattano in proporzione al numero dei componenti e alla metratura delle abitazioni, senza tenere conto della reale situazione economica delle famiglie.

 

In foto Antonio de Sabato. Immagine fornita dal Consigliere Comunale de Sabato, a cura di Michele Sepalone.
In foto Antonio de Sabato. Immagine fornita dal Consigliere Comunale de Sabato, a cura di Michele Sepalone.


 

 

Sarebbe stato possibile adottare una Tari sociale basata sull’ISEE, garantendo così un sistema più equo e procedendo contestualmente a una diminuzione della tassa per i nuclei più vulnerabili. Invece, gli aumenti medi si aggirano intorno al 2,5%, traducendosi in almeno 20 euro in più all’anno per famiglia, nonostante la qualità del servizio di raccolta dei rifiuti sia ancora insufficiente.

 

La situazione è ulteriormente aggravata da una certa inefficienza gestionale, evidente nella lentezza nell’accesso ai fondi del PNRR e nella predisposizione errata del piano di assunzioni. È giunto il momento di ammettere queste carenze e di lavorare per una gestione più oculata e responsabile delle risorse pubbliche.

 

Chiedo un’azione immediata e concreta per rivedere questi aumenti, con un’attenzione particolare alla sostenibilità economica delle famiglie e alla qualità dei servizi offerti”.

 

(Nota stampa)

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *