Joseph Splendido, ph. Facebook

Foggia, 6 dicembre 2023 – Si riporta di seguito la nota diffusa dal Consigliere regionale Joseph Splendido (Lega):

 

 

 

“Considero molto importante la mia visita odierna nella casa circondariale di Foggia, ci tenevo molto a rendermi conto delle condizioni in cui si vive e lavora all’interno di quell’istituto; la qualità di una democrazia e di una civiltà si valuta anche, e soprattutto, in base alle condizioni in cui si opera e ci si relaziona con chi ha sbagliato nella società e si trova a pagare il prezzo dei propri errori”.

 

 

Il consigliere regionale della Lega, Joseph Splendido, nella sua visita al carcere di Foggia si è reso personalmente conto delle condizioni legate al sovraffollamento all’interno delle celle e delle difficoltà nelle quali il personale di polizia penitenziaria si trova ad adempiere ai propri compiti.

Joseph Splendido, ph. Facebook

 

“Nella struttura carceraria di Foggia la capienza massima è superiore del cento per cento rispetto al numero di detenuti che potrebbe contenere; se si riesce ancora ad arginare le difficoltà è solo grazie all’encomiabile lavoro del direttore Giulia Magliulo che, grazie alla sottoscrizione di un protocollo con la Asl, è riuscita ad azzerare i suicidi.

 

Ph. Joseph Splendido Facebook ufficiale
Ph. Joseph Splendido Facebook ufficiale

L’ottimo lavoro del direttore – prosegue il consigliere regionale – ha portato alla ristrutturazione degli edifici ed alla creazione di un tenimento agricolo che solamente la struttura di Foggia dispone in tutta la Puglia”.

Joseph Splendido, ph. Facebook

 

Il consigliere conclude: “ho voluto fortemente questo incontro perché la politica regionale, nell’approssimarsi delle festività natalizie, faccia sentire la propria vicinanza al personale di polizia penitenziaria, al personale civile, sanitario, a chi lavora in condizioni così difficili ma anche a chi ha sbagliato ed è privato della libertà personale perché sia accompagnato in un percorso di inclusione e reinserimento sociale”.

 

 

(Nota diffusa da Joseph Splendido)

About The Author