Episcopo: “Mantenuto un impegno assunto con i cittadini, che conferma la nostra volontà di riportare normalità e legalità nell’amministrazione comunale”

Episcopo: “Mantenuto un impegno assunto con i cittadini, che conferma la nostra volontà di riportare normalità e legalità nell’amministrazione comunale”

Foggia, 2 luglio 2024 – Si riporta di seguito una nota della sindaca Episcopo sull’adesione del Comune di Foggia alla Stazione Unica Appaltante dell’amministrazione provinciale, deliberata oggi in Consiglio comunale con 22 voti a favore, 8 astenuti e 1 contrario.

 

 

“L’adesione alla Stazione Unica Appaltante, insieme all’esternalizzazione dei concorsi da bandire per sopperire alle gravi carenze nella pianta organica e alla firma della Carta di Avviso Pubblico, rappresentava un impegno imprescindibile assunto davanti ai cittadini e all’opinione pubblica in campagna elettorale, fortemente indicativo della nostra volontà di perseguire la direzione all’insegna della legalità, della trasparenza e della normalità dopo il drammatico scioglimento della precedente amministrazione.

 

Sindaca Episcopo in Consiglio comunale
Sindaca Episcopo in Consiglio comunale


 

L’attuale dotazione organica dell’ente – per quantità, non qualità – non offre infatti le necessarie garanzie in un ambito così delicato come quello degli appalti pubblici, e la scelta di ricorrere a una struttura di prossimità come quella dell’Amministrazione Provinciale è un’ulteriore garanzia per la comunità di un’attenzione ancora più elevata rispetto a qualsiasi possibile tentativo di condizionare le gare e permettere che interessi personali possano prevalere su quelli collettivi.

Non è comunque un ‘matrimonio sine die’, è previsto un recesso automatico in qualsiasi momento senza alcun costo aggiuntivo, e la nostra vigilanza sull’osservanza di tempi e modi sarà costante e attenta, con l’auspicio che la situazione interna al Comune possa presto cambiare e permettere il ritorno alla piena autonomia nel settore degli appalti pubblici.

Oggi in Consiglio comunale abbiamo compiuto un passo importante e atteso, e proseguiremo con una regolamentazione precisa anche degli appalti per lavori e servizi di pertinenza dell’ente benché sotto la soglia prevista fino a 500mila euro per lavori e 221mila euro per servizi.

Il prossimo giovedì 4 luglio sarò a Roma all’Anac con il Segretario generale Mignozzi quale Responsabile della Prevenzione, Trasparenza e antiCorruzione, per siglare un accordo mirato a potenziare le procedure contro la corruzione nella pubblica amministrazione.

Indietro non si torna, Foggia non lo meriterebbe e non lo tollererebbe. E confido nella collaborazione delle forze di opposizione in Consiglio comunale – che oggi si sono astenute o sono uscite dall’aula – perché non ci si può dividere su questo tema. Ringrazio tutte le forze progressiste per la coerenza e la compattezza mostrate in aula”.

 

 

(Nota stampa)

 

 

 

 

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *