L'ex sindaco Gianni Rotice critica duramente l'amministrazione passata, facendo ironicamente riferimento ai "marziani" sbarcati in città durante le recenti elezioni comunali. (Combo img dalla pagina Facebook)

L'ex sindaco Gianni Rotice critica duramente l'amministrazione passata, facendo ironicamente riferimento ai "marziani" sbarcati in città durante le recenti elezioni comunali. (Combo img dalla pagina Facebook)

InsideCapitanata.it, Manfredonia (Fg), 27 giugno 2024 – Le recenti elezioni comunali a Manfredonia hanno portato all’elezione di Domenico La Marca come nuovo sindaco della città. L’ex sindaco di Manfredonia, Gianni Rotice, ha rilasciato diverse dichiarazioni sui social riguardo a questo cambio di amministrazione.

 

“Manfredonia ha il suo nuovo sindaco. Augurando a Domenico La Marca buon lavoro nell’interesse della nostra comunità, resta il rammarico per una sconfitta annunciata e causata dall’arroganza di qualche solito noto che ha fatto tornare la città al passato, mentre nella vicina San Severo il centrodestra, rafforzato e coraggioso, ha ribaltato il risultato del primo turno.

 

C’è da riflettere, meditare e ricostruire dalle macerie”, ha affermato l’ingegnere Gianni Rotice.

 

Nel commento di Rotice viene celebrata la vittoria del centrodestra a San Severo come un punto di ripartenza e come un modello da seguire. Questa vittoria è vista come un esempio di coraggio e determinazione, caratteristiche che, secondo Rotice, dovrebbero essere adottate anche a Manfredonia per risollevare la città dalle sue attuali difficoltà.

 

Comune di Manfredonia, ph. Sindaco Gianni Rotice Facebook ufficiale
Comune di Manfredonia, ph. Gianni Rotice Facebook ufficiale

 

Rotice ha poi proseguito con un’analisi dettagliata della situazione politica locale, esprimendo critiche forti verso la passata amministrazione guidata dal centrosinistra e coloro che, secondo lui, hanno contribuito alla situazione attuale della città:

 

“Sono atterrati i marziani a Manfredonia! Da lunedì, in occasione dell’elezione del nuovo sindaco, ascoltiamo e leggiamo cose dell’altro mondo.

 

Proclami, autocelebrazioni, trionfalismi come se nel 2019, o meglio nei 25 anni precedenti, nulla fosse accaduto in una città sprofondata nel baratro per la mala gestio proprio del Comune e proprio per mano di quella gente che oggi candidamente celebra il ‘nuovismo’ di facciata.

 

‘La vittoria del centrosinistra a Manfredonia restituisce dignità e onorabilità all’istituzione comunale e chiude l’orribile ciclo dei commissariamenti e del malgoverno del centrodestra’, dice un noto consigliere regionale ed ex sindaco che dimentica, o vuol far dimenticare, il pre dissesto finanziario e lo scioglimento per infiltrazioni mafiose che, nel 2019, hanno portato Manfredonia ad una lunga fase commissariale.

“Sono atterrati i marziani a Manfredonia!”, ph. Gianni Rotice pagina Facebook ufficiale

 

Chi era alla guida di quella Amministrazione? Quel Pd che oggi si presenta riverginato e che, nel 2021, non ha avuto neanche il coraggio di presentarsi con il proprio simbolo alle elezioni ma sotto mentite spoglie, salvo poi buttare giù la maschera qualche tempo dopo in Consiglio comunale.

 

L’Amministrazione di centrodestra da me guidata non è certo caduta in meno di due anni per ‘mal governo’, ma per uno scellerato patto tra quell’opposizione di centrosinistra con Forza Italia ed il suo Onorevole, dando prova di una consolidata intesa trasversale ventennale tra le parti da utilizzare a seconda delle tornate elettorali e degli interessi personali da accontentare.

 

Al sindaco La Marca neo insediato, auguro di poter pensare ed agire in autonomia e serenità per il bene di Manfredonia. In questi giorni abbiamo visto in foto ed in giro per la città tanti sindaci ombra che hanno finito per oscurare il sindaco, alimentando i dubbi su questa operazione di ‘green washing’, facce nuove, stessi vecchi protagonisti alle spalle. Quelli, come il noto consigliere regionale ed ex sindaco, che hanno ridotto Manfredonia nell’attuale situazione di seria criticità finanziaria ed amministrativa.

 

Un titolo a tutta questa situazione? Beh, ‘Io speriamo che me me la cavo’ e che, allora, sia la speranza davvero l’ultima a morire.”

Città di Manfredonia, pH. Facebook
Città di Manfredonia, pH. Facebook

 

L’ingegnere Rotice ha dunque espresso non solo le sue preoccupazioni riguardo al futuro della città, ma anche una ferma speranza che il nuovo sindaco possa operare indipendentemente per il bene di Manfredonia, slegato da logiche e vecchie dinamiche che negli anni passati hanno portato la città nel baratro.

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *