Orchestra sociale infantile

Orchestra sociale infantile

Foggia, 5 giugno 2024 – Si è concluso ieri con un applauditissimo concerto finale nel Chiostro della Cattedrale il progetto “Note positive 1.1”, nato da un bando del Teatro Pubblico Pugliese per Puglia Sounds della Regione Puglia, avviato a novembre dello scorso anno grazie alla collaborazione con l’Oratorio San Michele, l’evento finale realizzato con l’ Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Foggia. 

Lucy Petrucci e Simona Mendolicchio
Lucy Petrucci e Simona Mendolicchio

 

Le docenti Lucy Petrucci, Daniela Colafelice, Angela Cilla e i professori Giuseppe Iuso, Sergio Petta e Giovanni Lombardi attraverso il coinvolgimento degli istituti scolastici della città e la ricerca di talenti in particolare tra le persone in situazioni di disagio, hanno dato vita a un’ Orchestra sociale infantile finalizzata a coinvolgere e interessare alla musica  una platea sempre più numerosa di ragazze e ragazzi grazie alla bellezza dell’esecuzione orchestrale resa semplice dall’approccio pratico, anche e soprattutto per prevenire il disagio e la dispersione scolastica, favorire l’integrazione di gruppi eterogenei, recuperare e potenziare le competenze degli alunni, sviluppare attitudini e qualità anche in presenza di diversa abilità e favorire le capacità di socializzazione e di cooperazione.

 

Orchestra sociale infantile
Orchestra sociale infantile

Importante l’apporto del maestro Andrea Gargiulo, esperto del Metodo Abreu (a Foggia seguito da anni in questo ambito) e referente del Ministero per il Comitato per l’apprendimento pratico-musicale. L’esecuzione scelta è stata “Il Gigante Stoccafisso”, liberamente tratto da “Il Gigante Egoista”, testi di Letizia Cobaltini, musiche di Andrea Gargiulo. 

 

Concerto chiosco cattedrale
Concerto chiosco cattedrale

“Un progetto meritorio sul piano sociale e notevole anche su quello artistico, che mi auguro diventi il seme destinato a produrre nel tempo un’Orchestra Sociale Stabile che rappresenterebbe una risposta significativa al disagio sociale e alla dispersione scolastica attraverso l’arte, la musica, la bellezza, la possibilità di esprimersi e di esibirsi davanti a un pubblico attento” ha auspicato l’assessora alle Politiche sociali, Simona Mendolicchio, intervenuta all’evento.

 

(Nota stampa)

 

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *